Archivio mensile:marzo 2013

Mangiare vegetali fa bene all’umore

Standard

Mangiare tanta frutta e verdura migliora l’umore.

Lo conferma uno studio condotto in Nuova Zelanda pubblicato sul British Journal of Health Psychology. Questo studio, capitanato dalla psicologa Tamlin Connor, consisteva nel monitorare l’alimentazione dei 281 partecipanti, annotando sia il cibo ingerito che l’umore di ogni giornata. Ebbene, il risultato è stato sorprendente. La dottoressa afferma che: “quando gli intervistati mangiavano più frutta e verdura annotavano, a fine giornata, di sentirsi più calmi, felici e pieni di energia rispetto al solito”.

Io aggiungerei che mantenere una dieta ricca di vegetali ha, a lungo termine, effetti decisamente positivi sull’umore, ma questo studio è davvero straordinario perché dimostra che le variazioni dell’umore sono evidenti già nell’arco di poche ore. Se poi ci mettiamo anche la soddisfazione di non provocare dolore e morte, l’umore non può che migliorare!

Questo studio conferma ciò che vegetariani e vegani già sanno per esperienza diretta. Non so voi, ma da quando sono vegana il tono dell’umore è decisamente migliorato!

Annunci

Pasta ai broccoli

Standard

pasta broccoli

Ebbene si amici, purtroppo la stagione dei broccoli volge decisamente al termine. Dico purtroppo perché i broccoli si piazzano sicuramente sul podio dei miei ortaggi preferiti. Sono estremamente versatili e molto molto gustosi. E non dimentichiamo che sono ricchi di Sali minerali come il ferro, il calcio e il potassio e tra le varie vitamine sono particolarmente ricchi di vitamina C. Inoltre, grazie al sulforafano, ha spiccate proprietà abroccolintitumorali. Una vera manna insomma!

Oggi ve li propongo in un piatto semplicissimo ma che esalta tutto il loro sapore, per goderseli fino all’ultimo! La pasta coi broccoli.

Prepararla è semplicissimo, servono:

300 gr di pasta

300 gr di broccoli

Olio evo

Aglio

Cuocete i broccoletti al vapore per mantenerne intatte il più possibile le proprietà benefiche, oppure bolliti se non potete cucinarli al vapore. Quando saranno ancora un po’ al dente scolateli e passateli in padella brevemente  per terminare la cottura con olio e uno spicchio d’aglio tritato oppure un pizzico di aglio in polvere (la quantità di aglio può variare in base al vostro gusto) e aggiustate di sale. Nel frattempo cuocete la pasta nell’acqua di cottura (salatela eh!) dei broccoli e quando sarà cotta buttatela in padella e fate saltare un momento tutto insieme in modo da amalgamare bene il tutto. Potete gustarla così com’è o con una spolverata di veg-formaggio.

 Una delizia!!

Omelette di ceci con zucchine

Standard

 

Ma quanto ci piace l’omelette di ceci con ripieno di zucchine grigliate e veg-salsa?

 SAM_1812

Tanto tanto!

Ero partita con l’idea di prendere la mia adorata farina di ceci e farne una crespella sottile che si potesse arrotolare, ma con il solo impasto di acqua e farina si rompe, dovrò riprendere l’idea la prossima volta. Un po’ abbattuta dal fallimento e con già il gusto di farifrittata in bocca, ho deciso di farmi una “omelette” farcita. In questo caso lo spessore richiesto era leggermente più alto e non ho avuto problemi…anche se sono pasticciona!

Insomma il risultato è stato davvero gustoso e ne sono soddisfatta!ceci

Ecco le dosi per ogni porzione.

Per una omelette:

50 gr di farina di ceci

100 ml di acqua

Sale

Mezza zucchina

Veg-maionese per farcire

Due cucchiaini di senape

Un pizzico di aglio in polvere

Per prima cosa preparate la pastellina di farina di ceci e acqua, mescolando con una frusta per limitare la formazione di grumi. Se la lasciate in frigo per un paio d’ore si scioglieranno da soli, altrimenti potete passarla col minipimer.

Pulite la zucchina e tagliatela a metà nel senso della lunghezza e poi tagliatela ancora a fette, sempre nel senso della lunghezza e grigliatela come potete, ad esempio su una piastra, ma va bene anche in padella antiaderente.

Ora riprvegmaionese1endete la pastella e versatela in una padella di circa 20 cm di diametro unta di olio già caldo. Otterrete così uno strato di 3 o 4 millimetri di spessore. Fatela cuocere bene da un lato e poi giratela dall’altro lato proprio come fareste con una frittata.

A cottura ultimata mettete le zucchine su una metà dell’”omelette” e farcite con la veg-maionese alla quale avrete amalgamato la senape e l’aglio per ottenere una salsa dal gusto più deciso. Chiudete a libro ed è pronta! Da leccarsi i baffi.

Io l’ho servita con un bel contorno di agretti (o barba dei frati) sbollentati per qualche minuto e conditi con poco olio e aceto. Ottimi anche loro…e pensare che non li conoscevo!!

Ne ho da imparare ancora…

Maionese Vegan

Standard

vegmaionese1

La maionese è certamente una di quelle cose che un neo-vegano si aspetta di non poter mangiare mai più. Perché TUTTI sanno che la maionese SIFACONLEUOVA, e che siano fresche!

E invece no! O meglio…non solo! Noi veg la maionese la si fa anche senza le uova. E’ facile, velocissima, economica, leggera e non impazzisce mai. Ma soprattutto è buonissima!

Ecco come si fa:latte-di-soia_N2

Per farne una quantità di circa un bicchiere bastano:

200 ml di latte di soia

Il succo di mezzo limone

Un cucchiaino di curcuma (per il colore)

Olio di semi q.b.

Sale

Miscelate il latte con la curcuma e il limone nel bicchiere del frullatore a immersione, il nostro caro amico minipimer. Poi iniziate a versare l’olio un po’ alla volta e col minipimer fate dei movimenti ascendenti e discendenti. Vi accorgerete che via via che aggiungete olio la salsa si addensa sempre più. Smettete quindi di aggiungere olio quando la vostra maionese sarà soda al punto giusto.  Infine aggiustate di sale a vostro gusto e frullate ancora un momento per amalgamare.

Pronta!vegmaionese

Se vi state chiedendo se si può usare come base un altro latte vegetale la risposta è no. Solo il latte di soia infatti contiene la lecitina, una sostanza emulsionante, che quindi permette di “legare” i grassi ai liquidi. In questo senso, la soia fa lo stesso “servizio” dell’uovo, infatti anch’esso contiene lecitina. 

Il bello è che potete decidere la densità semplicemente mettendo più o meno olio.

Io non ne faccio mai più di quella che mi serve quindi non so dirvi per quanto tempo si conserva in frigo, ma suppongo circa 3 giorni visto che il latte ha questa durata. Io ad esempio per farcire piadine per due persone ne preparo un po’ con circa 50 ml di latte come base. E avanza pure a menoché non ne mettiate una dose più che generosa!

 

A Natale l’ho usata come base per un’insalata russa cruelty free, ed è piaciuta a tutti.  Che altro dire di questa ricetta così facile che non ci si può credere? Potremmo aggiungere ad esempio che si può aromatizzare e personalizzare come si vuole, adattandola così a varie pietanze. Ad esempio, aggiungendo un paio di cucchiaini di senape, si otterrà una salsa dal gusto più deciso.

Provate, provate, provate e…fatemi sapere!

 

Crema all’arancia

Standard

Oggi ero decisamente in vena di “fare schifo”, così ho ripreso la mia ricetta dei Muffin al Cioccolato e Noci e l’ho…diciamo arricchita, come se non fosse già abbastanza oscenamente goduriosa. Guardate come sbrodolava cioccolato!

 SAM_1818

 

Il fattaccio è questo: non solo ho aggiunto una mezza fialetta di aroma al rhum che mi ballava in giro all’impasto e non contenta una volta pronti li ho farciti con una crema pasticcera buonissima che ho trovato qui, ma che ho un po’ modificato a mio gusto (poi secondo me l’arancia col cioccolato ci va a nozze). Eccola:

Crema all’Arancia…ovviamente vegan!

250 ml di latte di soiaImmagine_416

30 gr di zucchero di canna

15 gr di farina

10 gr di frumina

1 cucchiaio d’olio

Mezzo cucchiaino di curcuma (per il colore)

Aroma all’arancia

Scorza di ½ arancia grattugiata

SAM_1819

Ho messo nel mixer lo zucchero con l’olio e un cucchiaio di latte, poi ho unito le farine.

Nel frattempo ho fatto intiepidire il latte con la curcuma, l’aroma e la scorza grattugiata. Una volta tiepido l’ho versato nel mixer. Se si formano grumi passate tutto col minipimer. Poi ho rimesso sul fuoco, basso mi raccomando, continuando a mescolare con la frusta fino a raggiungere la giusta densità.

Che dire? Spettacolare! Potete mangiarla da sola oppure usarla per farcire i dolci! Più tardi vi dico com’è fredda da frigorifero….

Più tardi: niente male ma tende a solidificarsi un po’. Meglio appena fatta, un po’ intiepidita. Proverò comunque a usarla come base per una bella crostata di frutta!

 

Benvenuta Primavera!

Immagine

SAM_1779

Ah, ma che bella giornata!

Non è successo nulla di straordinario a dire il vero, ma dopo un lungo inverno questa è stata la prima vera giornata di Sole e la temperatura era davvero piacevole. Così, a due giorni dall’equinozio, io e il mio bambino abbiamo passato un po’ di tempo in giardino a giocare e sintetizzare un po’ di vitamina D. Una vera boccata di buonumore! Mentre lui tentava di pedalare con una ruota sgonfia, ahimè, devo ricordarmi di sistemarla!, io ne ho approfittato per immortalare gli effetti della primavera in arrivo, sulla natura. C’era anche la nostra amica a 4 zampe, la cagnolina dei vicini, a farci compagnia.

Ed ecco il risultato!

SAM_1809

SAM_1795

SAM_1805

SAM_1802

SAM_1784

SAM_1800

SAM_1785  

     

Il miglior discorso che potrai mai sentire

Video

Questo meritava un post tutto per sè.

Il miglior discorso che potrai mai sentire è un video che gira da tempo su youtube e mostra una delle tante conferenze che Gary Yourofsky ha tenuto in una scuola.

Ma chi è Gary Yourofsky? Classe 1970, si laurea in giornalismo. Diventa vegano dopo aver assisitito ad una conferenza sui diritti degli animali, nel 1996. Gary prende tanto a cuore la questione che nello stesso anno fonda l’associazione ADAPTT (Animals Deserve Absolute Protection Today and Tomorrow), molto attiva nel manifestare e protestare contro ogni tipo di maltrattamento sugli animali, dai circhi alla vivisezione, agli animali “da pelliccia”.

Ed è proprio per aver liberato in un allevamente più di 1500 visoni che Yourofsky viene arrestato e condannato in un carcere di massima sicurezza. L’episodio, per giunta non l’unico visto che ha subito 13 arresti, non lo scoraggia però dal continuare la sua battaglia contro i soprusi sugli animali, battaglia che conivolge sempre più persone.

Molte persone dopo aver visto questo video hanno aperto gli occhi su molte realtà nascoste. Conisglio caldamente la sua visione a tutti. Mi è stato di grande aiuto nel compiere il salto da vegetariana a vegana, e credo che potrà essere di aiuto a molte persone ancora, perché questo è davvero il miglior discorso che abbia mai sentito!

Buona visione!