Archivi categoria: Crocchette e polpette

Polpette di soia vegan al vino bianco

Standard

In effetti non mi ero ancora cimentata con il granulare di soia

Prima di postarvi questa ricettina niente male, un doveroso ringraziamento va ad una nuova lettrice, Maria Grazia, per lo spunto. Le polpettine qui a casa son piaciute molto, e io…le adoro!!!!

In effetti non mi ero ancora cimentata con il granulare di soia per creare polpette e burger quindi ho improvvisato. Per fortuna il risultato è stato soddisfacente!

Ed eccola la ricetta delle polpettine di soia al vino bianco.

Con queste dosi in due persone mangiate molto abbondantemente! Volendo si possono sostituire il tahin e la farina di ceci con una mezza patata lessa schiacciata, lo scopo è lo stesso: tenere insieme la polpetta.veganok

  • 100 grammi di granulare di soia
  • 4 cucchiai di tahin (nei negozi di cibo biologico)
  • 4 cucchiai rasi di farina di ceci
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • Pizzico di aglio in polvere
  • Sale
  • Vino bianco
  • Olio evo
  • Farina bianca

Procediamo cominciando a cuocere per una decina di minuti la soia in brodo vegetale o acqua saIn effetti non mi ero ancora cimentata con il granulare di soia lata. Successivamente la soia andrà strizzata, quindi va fatta prima raffreddare a sufficienza. Una volta strizzata la soia possiamo aggiungere il tahin e una pastellina di ceci preparata con due cucchiai di farina di ceci stemperati in poca acqua a formare una pastella piuttosto densa. Unire anche il pangrattato, l’aglio e il sale e mescolare il tutto impastando bene.

Una volta fatto l’impasto procediamo a formare le polpettine, io le ho fatte piuttosto piccole, sui 3 cm, e passiamole nella farina bianca.

Mettiamole in padella con un filo di olio evo e lasciamole rosolare per bene girandole man mano. Infine sfumiamo col vino bianco e le nostre polpettine sono pronte.

Sappiatemi dire… 🙂

Ricetta vegana per bambini: cuoricini croccanti di zucchine

Standard

 SAM_1670 (2)

veganokLa volete una ricettina a prova di bambino che non mangia la verdura?

Io non lo so perché, ma alcuni bambini diciamo più schizzinosi, tipo il mio, rifiutano una pietanza se presentata in modo normale e poi, se gliela presenti in un altro modo se la pappano!

Mio figlio ad esempio, le polpette non le vuole vedere nemmeno col binocolo, ma se gliele presento a forma di cuore se le mangia. Ah si? Mi son detta…dunque con questo stratagemma potrei farti mangiare anche la verdura! Per il primo esperimento ho usato ortaggi dal gusto abbastanza neutro per non rischiare: zucchine e patate.

Detto fatto, mi son messa sotto a preparare queste crocchette deliziose , a forma di cuore, che al mio tenerone piace tanto.

Ecco la ricettina, con questa ci mangiate in 4 e forse avanzano pure:

  • Una patata media
  • Una zucchina
  • Pangrattato q.b. SAM_1667
  • Sale
  • Un pizzico di aglio in polvere
  • Un pezzetto di radice di zenzero
  • Farina di mais

Mettete a bollire la patata e quando sarà cotta a puntino, cioè quando potrete infilarci agevolmente i rebbi della forchetta, pelatela e schiacciatela bene, meglio se con lo schiacciapatate.

Mentre si cuoce la patata potete prendere la zucchina cruda e ridurla a julienne, io ho usato la grattugia, quella coi fori grandi, si fa in un attimo!

Prendete la radice fresca di zenzero, che potete trovare nei negozi bio, ma anche in molti supermercati, e grattugiatene un pezzetto; io uso la grattugina per fare la frutta ai bebè avete presente?

Quando tutto sarà pronto mettete in una ciotola le verdure con gli aromi e aggiungete pangrattato finché l’impasto non è più molliccio e si riesce a lavorare, non ne occorre molto perché la SAM_1669patata lega benissimo.

Prendete poi l’impasto, schiacciatene un po’ tra le mani e poi sul piano della cucina leggermente unto fino a formare uno strato uniforme di circa un centimetro e mezzo di spessore. Prendete poi le formine per i biscotti, della forma che preferite ma non troppo frastagliata altrimenti si disfano, e ricavate le vostre crocchette. L’impasto che avanza lo rimpastate e ripetete il procedimento finché non sarà finito.

Passate le crocchette nella farina di mais e fatele dorare in padella finché si forma una bella crosticina.

Buon appetito a grandi e piccini!

Polpette di quinoa e broccoli

Standard

SAM_1719

Diciamocelo, di primi piatti vegan se ne possono preparare facilmente una quantità infinita, ma quando si tratta di secondi, quando non si è ancora tanto pratici, si finisce per orientarsi magari su piatti pronti dal prezzo piuttosto elevato “perchésennòcosamangio”…

Per fortuna vengono in nostro aiuto numerosi ingredienti che cotti a puntino e miscelati a dovere diventano delle gustose e sanissime polpette.

Come queste che sto per presentarvi, dalle molteplici proprietà nutritive grazie alla presenza della Quinoa.

La Quinoa è spesso erroneamente scambiata per un cereale, perché si presenta in chicchi e ha una cottura simile. In realtà è una pianta erbacea della stessa famiglia degli spinaci. Viene coltivata in America Latina da ben 5000 anni e contiene un alto contenuto di amminoacidi essenziali, oltre a ferro, fosforo, calcio e vitamina E. Infine, ma non meno importante, contiene flavonoidi e quindi proprietà antiossidanti.

Bene, e dopo il solito discorsetto salutistico vi presento la ricetta:

Polpette di Quinoa e Broccoli

Ingredienti per 4 personequinoa

150 grammi di Quinoa

800-100 grammi di broccoletti

Una patata bollita

4 cucchiai di germe di grano

3 cucchiai di veg-formaggio

Aglio in polvere qb

Prezzemolo qb

Pangrattato qb

Sciacquate in acqua fredda la quinoa e fatela poi cuocere nel doppio del suo volume in acqua, salata, per circa 15 minuti. Fate cuocere anche i broccoli, a parte, finchè sono ben teneri.

Schiacciate la patata bollita e i broccoletti fino a ridurli in crema, unite la quinoa cotta, il germe di grano, il veg-formaggio e un po’ di prezzemolo. Aggiustate di sale, se necessario, e aggiungete aglio secondo il vostro gusto, io ne ho messo mezzo cucchiaino. Se il composto dovesse risultare troppo molle aggiungete pangrattato qb.

Infine formate le polpette schiacciandole un po’ e passatele nella farina di mais.

Potete cuocerle sia in forno, a 180° per circa 15 minuti, per un risultato più leggero, oppure  fritte in padella fino a formare una croccante crosticina. Non occorre molto olio.

Qui sono state apprezzate anche dal mio onnivorissimo compagno!

Buon appetito!